Omicidio Capitano Emanuele Basile: una testimonianza

Pubblicato il

Una nostra amica ci ha donato un ricordo prezioso.

Grazia Patellaro

non si può dimenticare quella notte mentre i festeggiamenti del SS CROCIFISSO nel mio paese si stavano per concludere, mi trovavo ragazza molto giovane oggi quasi 60, su al Municipio per vedere passare il Cristo quando tutt’assieme si chiusero le imposte chi spaventato piangeva io ed Emanuele Giacopelli chiedemmo cosa stava accadendo sentimmo dire solo hanno ucciso il Capitano Dei Carabinieri, ricordo la paura i miei genitori insieme a mia sorella piccola e mio fratello erano giù a prendere il gelato, la paura non potere chiamare non esistevano i cellulari, poi di colpo un vento si elevò ed incominciò a piovere nostro Signore era adirato tanto sangue nel giorno della sua processione, assassini vili hanno ucciso barbaramente davanti a tanta gente impaurita che si nascondeva alcuni sotto le auto posteggiate o sotto le bancarelle..che tristezza quel giorno..R.I.P. CAPITANO.💙😪

il popolo non dimentica, il popolo ama i suoi combattenti.

 

3 pensieri su “Omicidio Capitano Emanuele Basile: una testimonianza

    1. Barbari vigliacchi che con la violenza,la paura indotta,la sottomissione esercitata attraverso Il potere economico ottenuto con estorsioni, pizz,tangenti vogliono prendere il dominio sociale e culturale del territorio in cui operano e potere così avere una vasta manovalanza al loro servizio.Purtroppo gli uomini che rappresentano lo Stato e le sue leggi di legalità sono un ostacolo a questo disegno delinquenziale e vanno eliminati.Questa è ed era la loro logica soprattutto in passato,oggi si sono evoluti e cercano di infiltrarsi nel tessuto sociale in altro modo,agendo dal di dentro con la corruzione e altri sistemi più raffinati dovuti all’intervento di personagli che sono dotti e sanno muoversi nel mondo della finanza e della politica.Grazie a tutti quegli eroi che hanno sacrificato e ancora sacrificheranno la loro vita per combattere i malvagi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *