Il Generale Carlo Alberto dalla Chiesa non si tocca.

Pubblicato il

  Milano, 28/03/2018.  “Assassino, torturatore, i compagni non dimenticano”, segue una data: 28 marzo 1980. La scritta, con la vernice rossa, ha sfregiato il murale all’Ortica dedicato al generale dei carabinieri Carlo Alberto Dalla Chiesa

“Gli sciacalli di sempre, i teppisti radical chic che calpestano gli eroi del popolo, i #carabinieri della strada, i carabinieri combattenti. Non si sporcano i sogni, non si imbrattano le battaglie, non si oscurano i crimini di chi ha usurpato la purezza del Popolo. Sciacalli di sempre, parassiti di sempre, la storia vi ha cancellato. E noi siamo sempre qua, con il nostro comandante, con la #bandiera, con i #mendicanti, con gli #esclusi , a costruire quello che voi distruggete, un’ umanità fatta di uguaglianza e di fratellanza: da uomini liberi, da #combattenti, da #carabinieri.
Parassiti,noi saremo sempre con il generale, parassiti, noi non abbiamo paura di voi, lo capite? “

ultimo

3 pensieri su “Il Generale Carlo Alberto dalla Chiesa non si tocca.

  1. Ma “compagni” di cosa? E soprattutto di chi? Manipolo di sciacalli indegni e usurpatori della storia. Dovrebbero pulirsi la bocca e soprattutto il cervello prima di osare solo a pensare ad un uomo del calibro del Generale, e di chi, come lui, ha sacrificato la propria esistenza per offrire un territorio migliore. L’Italia migliore è, e sarà sempre, con loro, e loro saranno sempre nei nostri cuori. Tutto il resto è noia.

  2. Sono sicuro che chi ha fatto questa cosa ignobile, nemmeno sa chi è il Signor Generale Carlo Alberto Dalla Chiesa e cosa ha fatto per il suo popolo. Facciamo un appello affinché nelle scuole venga ripristinata L’educazione Civica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *