il Dissenso

il dissenso  nei paesi dittatoriali
“Divergenza, contrasto con le linee direttive o ideologiche di un vertice
o di un centro di potere,
specialmente, in quanto provoca il distacco
da una prassi politica o confessionale.”
Si contrappone  al concetto di dissenso  il consenso, che si manifesta
quando tutte (o quasi) le “parti” sono d’accordo su qualcosa.

Ci chiediamo se possiamo essere d’ accordo quando vediamo il
privilegio di pochi calpestare il diritto di molti
ci chiediamo se possiamo essere d’ accordo quando vediamo
le deportazioni dei nostri fratelli prive di motivazione
e contro la vita professionale di ciascuno;
ci chiediamo se possiamo essere d’ accordo quando vediamo come
pochi distruggono quello che molti hanno costruito
con sofferenza e sacrificio;
ci chiediamo se possiamo essere d’ accordo quando vediamo
i servi sciocchi che  per compiacere   un vertice
o  un centro di potere,
  praticano la decimazione verso le proprie schiere;
ci chiediamo se possiamo essere d’ accordo quando vediamo
il vertice o un centro di potere scambiarsi casacche e incarichi
senza fine, per avere sempre di più mentre il popolo è affamato e senza futuro;
ci chiediamo se possiamo essere d’ accordo quando vediamo
le cerimonie continue di un vertice o di un centro di potere
con cui celebrano la loro continua inutilità.

Non risponderemo, non risponderà nessuno, siamo senza voce,
siamo ai margini della cerimonia, ai margini del quadro, ai margini della festa,
ai margini delle carriere e delle onorificenze

Viviamo al centro del vuoto, al centro del nulla, al centro della battaglia,
quella vera fatta di impegno e coraggio, sulla strada, senza rete, dove si cade ,
dove si perde e dove si vince, senza rete, senza graduatorie truccate,
senza banche truccate, senza giornali truccati.
Senza rete, come è stata tutta la nostra povera vita.

 

5 pensieri su “il Dissenso

  1. Il nulla dello zen esclude ogni possibilità di essere determinato, ed è perciò veramente puro e intatto poiché assolutamente intangibile.
    Per chi ha le ali le reti pericolose non sono quelle dove si cade ma quelle che gli tirano mentre é in volo.
    Un grazie di cuore a tutti i Carabinieri Straccioni.

  2. “””” servi sciocchi che per compiacere un vertice o un centro di potere, praticano la decimazione verso le proprie schiere “”””” ……..che tanto mi ricordano i ” Bravi ” dei Promessi Sposi. Mercenari che agivano contro la Legge compiendo, a pagamento, azioni violente ed illegali per far si che il volere, di chi comandava, fosse rispettato a tutti i costi !

  3. In silenzio nel vuoto … in silenzio nel nulla… in silenzio nella battaglia… con la forza e il coraggio del Lupo pronto e presente

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *